Indice articoli

Procedure per

Gestione documentazione medica e certificazioni alunni. Perfezionamento e conservazione PEI e PDP

Al fine di migliorare e razionalizzare le azioni inclusive poste in atto dall'Istituto, si rammentano ai docenti ed i genitori i seguenti comportamenti comuni:

  • certificazioni alunni con BES: i docenti non accetteranno eventuale documentazione portata loro in visione dai genitori e li inviteranno a consegnarla all'Ufficio Didattica che la inserirà tempestivamente nell'apposito schedario.

Qualora eccezionalmente la documentazione venga presentata dai genitori al coordinatore di classe od ai docenti nel corso di colloqui, il docente che dovesse decidere di riceverla ugualmente si assume la responsabilità della custodia della stessa e deve tempestivamente depositarla in didattica, evitando assolutamente di trattenerla presso di sé.

  • I coordinatori cureranno la sottoscrizione di PEI e PDP, che dovranno essere consegnati tempestivamente alla Segreteria Didattica completi di tutte le firme.
  • Una volta completi i documenti verranno conservati nel fascicolo riservato dello studente.

La segreteria Didattica ne terrà aggiornato l’elenco.

Procedure per la redazione e l’approvazione di PEI e PDP in occasione dei Consigli di Classe.

Si rammentano le procedure adottate dall’Istituto per la redazione e la sottoscrizione di PEI e PDP, da utilizzarsi obbligatoriamente nel corso dell’anno scolastico 2019-2020.

Nella sezione Documenti e in INCLUSIONE saranno reperibili i modelli ed i verbali cui le procedure sotto riportate fanno riferimento:

PROCEDURA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PDP

- Si precisa che la redazione del PDP  deve essere effettuata in occasione dei prossimi consigli di classe di ottobre, eccettuati i casi in cui la documentazione incompleta o  la necessità di ulteriore osservazione dello studente renda opportuno un rinvio dell’adempimento.

- I Consigli di Classe avranno cura di porre a verbale la delega al Coordinatore di convocare successivamente al consiglio di classe genitori ed alunno per la condivisione e la sottoscrizione da parte degli stessi del documento predisposto.

 - Il PDP viene predisposto dal Consiglio di Classe.

 - Si mettono a disposizione dei Consigli di Classe due schemi di PDP, uno  da utilizzare per alunni con disturbi evolutivi specifici (disturbi dell’apprendimento, deficit del linguaggio o della coordinazione motoria (DSA-ADHD) previsti dalla legge 170/2010), ed una da utilizzare per gli altri alunni per i quali si ritiene di predisporre comunque un piano personalizzato (alunni con svantaggio socio-economico, linguistico o culturale- BES).

Le ultime ordinanze ministeriali regolamentanti gli Esami di Stato, prevedono in occasione di questi ultimi l’adozione di misure compensative e dispensative per gli alunni con certificazione di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA- ADHD), mentre per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES),da intendersi come quelli  con svantaggio socio-economico, linguistico o culturale, non è prevista alcuna misura dispensativa in sede di esame, mentre è possibile concedere strumenti compensativi, in analogia a quanto previsto per alunni e studenti con DSA, solo nel caso in cui siano già stati impiegati per le verifiche in corso d’anno o comunque siano ritenuti funzionali allo svolgimento dell’esame senza che venga pregiudicata la validità delle prove scritte.

E’ pertanto opportuno tenere conto di tale normativa già nell’indicazione delle misure in corso d’anno.

Nel modello di PDP da predisporre per il secondo gruppo di alunni  (con Bisogni Educativi Speciali (BES),da intendersi come quelli  con svantaggio socio-economico, linguistico o culturale) non vengono, pertanto, indicate misure dispensative, ma solo compensative, ferma restando la libertà del Consiglio di Classe di prevedere comunque le prime, indicandole specificamente nei casi in cui lo ritenesse necessario.

Per gli alunni neoimmigrati, si rammenta che è stato approvato lo scorso anno un documento per l’accoglienza alunni stranieri e che per gli stessi è possibile sospendere la valutazione nei termini ivi rammentati.

- I docenti del Consiglio di classe avranno cura di consegnare al Coordinatore di classe in tempi congrui rispetto alla data della riunione le schede di preparazione al PDP.

- In occasione del Consiglio di Classe viene predisposto il PDP sulla  base delle schede raccolte dal Coordinatore, che vengono allegate al verbale, e di quanto emerso nel corso del Consiglio. Si suggerisce che il coordinatore sulla scorta delle schede consegnategli dai docenti predisponga una bozza del documento prima della riunione, in modo da abbreviare i tempi di durata della medesima.

- Viene, quindi, sottoposto ai genitori ed agli studenti per la stipulazione con gli stessi del patto educativo che ne tenga conto.

Il documento viene sottoscritto dai docenti che hanno redatto il PDP,dai genitori e dallo studente.

- Di tutta l’operazione viene redatto apposito verbale, che viene conservato nel protocollo riservato.

 - Qualora le operazione per la predisposizione dei PDP vengano effettuate in occasione della convocazione dei Consigli di Classe ordinari, il Coordinatore avrà comunque cura di tenere separati i vari momenti, redigendo verbali distinti, uno per ogni PDP e diversi da quello del Consiglio di Classe.

PROCEDURA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PEI

Come già lo scorso anno si rende necessario attendere la nomina dei docenti applicati al sostegno alla classe dove si trovano gli alunni con disabilità prima di procedere la redazione dei documenti.

Le operazioni, pertanto, non verranno effettuate in occasione dei consigli di classe di ottobre, ma successivamente.

(Il decreto legislativo attuativo della “legge sulla buona scuola” prevedrebbe  la redazione di un progetto condiviso con i Servizi di più ampia portata rispetto al PEI.

Tuttavia, in attesa di accordi con l’ULSS, si fa riferimento alle procedure già in atto nella scuola)

- il GLHO d’Istituto provvede alla ripartizione delle ore di sostegno tra gli alunni aventi diritto ed all’individuazione del docente di sostegno assegnato alla classe.

Lo stesso forma, inoltre, i GLHO di classe, composti dall’insegnante di sostegno, dal coordinatore e da due insegnanti rispettivamente per l’area tecnico-scientifica ed umanistica .  

- Il PEI viene predisposto dal Gruppo di lavoro costituito dal GLHO di classe e dagli altri docenti del consiglio di classe che ritenessero opportuno partecipare alla stesura del documento, dai genitori, dall’ULSS o avente funzioni, da eventuali supporti dei genitori (psicologo, educatore ecc.).

- Il Gruppo di lavoro viene convocato dal Dirigente Scolastico o subito prima del Consiglio di Classe della classe cui appartiene l’alunno interessato, o in altra data. Sarà, pertanto, cura della Segreteria avvertire tutte le componenti, ivi comprese quelle esterne ( genitori, ULSS…).

- Il Coordinatore della Classe di appartenenza dell’alunno con l’aiuto dell’insegnante di sostegno e dopo avere sentito i genitori, avrà cura di predisporre anteriormente alla riunione del Gruppo di lavoro una bozza del PEI, così da agevolare i lavori.

- Nel corso della riunione, viene completato il PEI e redatto verbale secondo il modello apposito. Entrambi vengono sottoscritti da tutti i presenti.

Nel sito dell’Istituto viene inserito un fac-simile di PEI, tuttavia, il gruppo di lavoro ha facoltà di scegliere un modello che ritenga maggiormente idoneo alla situazione.

- Il verbale viene conservato nel protocollo riservato;

- Il Pei viene presentato dal coordinatore o dall’insegnante di sostegno al consiglio di classe nella sua totalità in occasione della prima riunione successiva alla sua redazione per un’opportuna condivisione dei contenuti.

PDP e PEI vanno monitorati in corso d’anno ed eventualmente adeguati alle mutate esigenze ed è prevista la rendicontazione di fine anno.